Dublin Core (DC) è uno standard di descrizione delle risorse in formato elettronico, un insieme minimale di 15 elementi per descrivere materiale digitale accessibile via rete.
È stato concepito allo scopo di consentire agli autori di effettuare direttamente in modo standardizzato la descrizione di risorse rese disponibili sulla rete, senza le mediazione di un'agenzia catalografica.
Il Dublin Core è stato sviluppato a partire dal Metadata Workshop del marzo 1995, tenutosi presso la sede dell'OCLC a Dublin (Ohio, U.S.), sponsorizzato da Online Computer Library Center (OCLC) e dal National Center for Supercomputing Applications (NCSA). I partecipanti al convegno erano prevelentemente bibliotecari, archivisti, editori, ricercatori e sviluppatori di software. L'obiettivo era quello di suggerire un insieme ristretto di elementi che potessero essere forniti dall'autore o dall'editore dell'oggetto digitale.
Oggi Dublin Core Metadata Initiative è attiva per la diffusione di DC su Internet e per l'estensione della struttura proposta.
Caratteri essenziali del Dublin Core sono la semplicità, l'interoperabilità semantica, la flessibilità. Lo standard è in via di sviluppo. Il cosiddetto "core" dei 15 elementi della descrizione è rimasto stabile:
Titolo, Creatore, Soggetto e Parole chiave, Descrizione, Editore, Autore di contributo subordinato,
Data, Tipo di risorsa, Formato, Identificatore della risorsa, Fonte, Lingua, Relazione, Copertura, Gestione dei diritti.
Grazie alla sua semplicità DC viene riconosciuto da vari software e motori di ricerca su Internet.

 
 
 
in evidenza
 
 
xdams
extraway
hstudio