Unimarc, UNIversal MAchine Readable Cataloging, Ŕ un formato standard della famiglia MARC internazionale creato per la rappresentazione dell'informazione bibliografica e per facilitare lo scambio d'informazioni bibliografiche e la produzione di registrazioni (notizie) bibliografiche in formato elettronco riconoscibili da chiunque grazie alla codificazione degli elementi bibliografici, e della alla struttura logica e fisica dell'insieme.

L'idea della creazione di un formato MARC internazionale Ŕ maturata in ambito IFLA (International Federation of Library Associations) nella seconda metÓ degli anni '70 in coincidenza con la diffusione dei differenti formati MARC. L'idea era quella di creare un formato condiviso dalla comunitÓ internazionale che permettesse lo scambio di registrazioni generate nei diversi formati MARC esistenti.

Unimarc Ŕ strutturato in distinti blocchi informativi:

  • blocchi 0 e 1 dedicati alle informazioni di identificazione e codificate
  • blocco 2 dedicato alla descrizione, suddiviso secondo le aree ISBD (incorporate nel formato)
  • blocco 3 dedicato alle note, suddivise sulla base della funzione e della tipologia
  • blocco 4 dedicato ai legami fra registrazioni
  • blocco 5 dedicato alle varie forme di titoli
  • blocco 6 dedicato all'analisi semantica (soggetti, classificazioni, termini di thesaurus)
  • blocco 7 dedicato alla responsabilitÓ intellettuale
  • blocco 8 dedicato alla fonte bibliografica
  • blocco 9 non definito dallo standard e utilizzabile per inserire dati locali.

Rispetto ad altri MARC nazionali, UNIMARC offre la possibilitÓ della gestione dei legami bibliografici fra record differenti (blocco 4). UNIMARC utilizza come standard di codifica del dato ISO 2709, creato appositamente per l'interscambio di dati bibliografici su supporti magnetici. ╚ adottato in diversi paesi, soprattutto europei, fra cui l'Italia, la Francia e il Portogallo. In Italia Ŕ adottato dal Servizio Bibliotecario Nazionale.

 
 
 
in evidenza
 
 
xdams
extraway
hstudio